Siamo presenti in 12 paesi attraverso 3 continenti. Abbiamo 1 obiettivo.

Sviluppare una tecnologia in grado di colmare le lacune nelle esperienze

Come facciamo

Semplifichiamo

Raccogliamo le sfide aziendali più complesse e automatizziamo le soluzioni con la massima semplicità.

Ci mettiamo del nostro meglio

Abbiamo grinta da vendere e facciamo il possibile perché i nostri clienti abbiano successo.

Il nostro DNA

Solo il 2% viene assunto. Ma quel 2% dà il 110%.

Non assumiamo mediocrità. Non restituiamo mediocrità.

Siamo agli apici delle nostre carriere e pendiamo il toro per le corna.

Alcuni sono tipi A. Nessuno è un incapace.

Ci stimoliamo tra di noi. Ci sfidiamo tra di noi. Ma ci prendiamo anche cura gli uni degli altri.

Siamo tutti una squadra. Sempre.

Unisciti a noi

Lavora con noi

Solo perché la tua è un'azienda globale non significa che devi agire sempre come un'unica entità

Abbiamo uffici in quasi tutti gli angoli del mondo senza neanche un ufficio ad angolo.

Oltre 8.500 società si affidano a Qualtrics per colmare le lacune nelle esperienze

Amiamo i nostri brand

I nostri partner

Tutti hanno bisogno di buona compagnia - persino i colossi globali con una crescita iperbolica e un cashflow positivo

Fare del nostro meglio per fare bene

Quando a suo padre fu diagnosticato il cancro, il CEO Ryan Smith abbandonò la scuola in modo che potessero creare Qualtrics insieme. Ora Qualtrics e lo Utah Jazz stanno sviluppando una terapia insieme.

Il prossimo passo?

Migliorare l'esperienza umana

Nella misura in cui la nostra tecnologia dalle persone e alle aziende si diffonde alle comunità e alle amministrazioni, inizieremo a colmare le lacune in modi che non avremmo mai pensato possibili.

Non solo la nostra tecnologia potenzia le maggiori società del mondo, ma comprendendo le emozioni, le convinzioni, i sentimenti e i valori umani colmeremo alcune delle più grandi lacune del mondo: incomprensioni politiche, problemi di diritti umani, disparità assistenziali, parità dei sessi, istruzione e reddito.

Perché la causa della maggior parte dei problemi pressanti è la mancanza di comprensione, ed è un problema che noi possiamo risolvere.